Alto Garda – da Trento fino al Garda

0 66

Alto Garda

L’Alto Garda è strettamente legato all’omonimo lago, come le valli di Ledro e dei Laghi, che si estende da Trento fino ai confini con il Garda, comprende invece numerosi laghi, fra i maggiori quello di Toblino, di Santa Massenza e di Cavedine. La caratteristica peculiare di questi tre territori limitrofi, attraversati dal fiume Sarca, è il clima mediterraneo e la tipica vegetazione di palme, oleandri, olivi e viti. Proprio per questi motivi, furono le prime zone della regione ad essere abitate, come lo testimonia il rinvenimento di siti preistorici, strade e villaggi di epoca romana. Il clima mite ha favorito lo svilupparsi di una produzione di vitigni di alta qualità.

- Advertisement -

Alto Garda

Comprensorio Alto garda

La Valle di Ledro e dei Laghi si distinguono per la produzione del Vino Santo Doc; in località Tenno si produce, invece, il Chardonnay e il Pinot Grigio. L’area è estremamente interessante da visitare per la presenza di spettacoli naturali quali le Marocche di Dro (frana post- glaciale), le Marmitte dei Giganti di Vezzano e di Nago (fenomeni di erosione glaciale) e per le presenze storiche dei castelli di Arco, Drena, Tenno e gli unici due esempi di fortificazione lacustre, la Rocca di Riva del Garda e Castel Toblino.

Sulla riva sud-orientale del Lago di Garda si trova, adagiato su un pendio, Terlago, originariamente posizionato fra cinque laghi, due dei quali oggi scomparsi. Un’interessante escursione conduce da Terlago (m. 456) al Lago Santo, comunicante con il più piccolo Lago Mar.  Sulla sponda orientale del Lago Mar si può ammirare l’abisso di Lamar, profondo 209 m, con cinque pozzi, di cui uno scende fino a 130m. Un’escursione molto più lunga e per professionisti sale da Terlago fino alla cima della Paganella.

1 Valli di Ledro e dei Laghi

Un paesaggio curioso da visitare, durante una vacanza nel comprensorio dell’alto Garda, si trova lungo la riva del lago di Cavedine. Il lago si apre nell’ampia valle glaciale del basso Sarca, fra chilometri di massi franati, denominati Marocche (da un termine dialettale che indica i macigni) in contrasto con le vicine spoglie pareti rocciose.  Le Marocche si sono costituite in seguito a numerose frane dai monti del Sarca, nell’arco di un lungo periodo e dal 1989 sono parte di un’area protetta. Un vicino pittoresco paesaggio si trova lungo il perimetro del lago di Toblino, sopra una penisoletta dal quale sorge l’omonimo castello (XI sec.), fonte di ispirazione per numerosi poeti ed artisti, attualmente sede di un ristorante.

Importante stazione climatica nella Valle dei Laghi è Arco, anch’essa dominata dall’alto di una rupe a picco dai resti del castello risalente al XIII sec..
Nota stazione climatica e di soggiorno della Valle dell’Alto Garda è Riva, simboleggiata dalla Rocca risalente al XII sec.. Da Riva un suggestivo percorso conduce al tranquillo e piccolo lago di Tenno (n. 570), circondato da campi, boschetti e prati. Da Riva, percorrendo la pittoresca strada del Ponale, si giunge in Val di Ledro. Curiosità del lago all’estremità orientale è l’area archeologica, i resti di una palafitta dell’età del Bronzo che occupa un’estesa area ed è una delle stazioni più importanti d’Europa.

0%

- Advertisement -

Commenti
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi