Bolzano – Alto Adige – Città da scoprire

0 59

Bolzano – Alto Adige

hademand / Pixabay

Immerso in un paesaggio di vigneti e frutteti, Bolzano, capoluogo di provincia, si estende in corrispondenza della biforcazione delle valli dell’Adige e dell’Isarco, alla confluenza del torrente Tálvera con l’Isarco, adagiato nell’ampia conca di Bolzano. Per la favorevole posizione, gode di un clima mite e lo rende un frequentato centro di villeggiatura, punto di partenza per escursioni alla scoperta delle bellezze di tutta la regione altoatesina e della zona dolomitica.

- Advertisement -

Durante una vacanza negli alberghi di Bolzano si potrà notare come il centro della località abbia una conformazione di tipo gotico e trasmetta il ruolo da sempre avuto della città quale punto di contro (e di scontro) fra la cultura latina e quella germanica.
Il vino “bozaniarium” era già celebrato in età carolingia e in epoca moderna Goethe al suo arrivo notava lo spettacolo dei grappoli d’uva pendere maturi dalle piante: ancor oggi il paesaggio è dominato dalle distese di vilari di vigneti da cui si ricavano vini di alta qualità.
La conca di Bolzano è attraversata da un fitto reticolo di passeggiate.

Escursioni a Bolzano

Dagli hotel a Bolzano sarà possibile seguire il sentiero della passeggiata  del Guncina, realizzata nel 1892, è un sentiero in salita delimitato da profumate aiuole di essenze botaniche meditarranee, che regala splendide viste su Bolzano e le Dolomiti. La passeggiata di Sant’Osvaldo sale fino al colle S. Maddalena colorato dai vigneti, dove sorge l’omonima chiesa romanica che conserva dipinti trecenteschi.

La Passeggiata Tálvera e la nuova Passeggiata di San Vigilio conducono alla scoperta di rocche e castelli: il Castel Mareccio del XIII sec. sorge in un luogo pittoresco, in mezzo ai vigneti, Castel Roncolo del XIII sec. sorge sopra una roccia a picco e conserva interessanti affreschi che raccontano la vita di corte nel tardo-medioevo e a Castel Flavon (la Rovina di Haselburg oggi utilizzata per feste e ricevimenti) che conserva in alcuni ambienti affreschi mitologici e di storia romana.

San Genesio Atestino è frequentata località turistica sia estiva che invernale nei dintorni di Bolzano che si può raggiungere anche in funivia, per godere l’emozione di una vista mozzafiato dall’alto sulla città, la valle, il Catinaccio, il Latemar e lo Sciliar. Con la funivia si raggiunge anche Col di Villa, una località climatica, circondata da folti boschi appoggiata sul monte che chiude a sud-est la conca di Bolzano.
Un’escursione di grande interesse paesistico sale all’affascinante altopiano del Renon.

0%

- Advertisement -

Commenti
Loading...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi